Imperia – il parcheggio

Imperia – il parcheggio

A Imperia si sa, trovare parcheggio non è facile,
soprattutto in centro.
M’è capitato anche di girare per venti minuti,
magari con mia moglie e i bambini,
che quando si stancano diventano rugnosi
e poi finisce che parte un rattello.
Certo, è sempre meglio che ad Alassio.
Lì è proprio impossibile, l’ultima volta siamo dovuti volare indietro!

Oggi credevo di aver avuto fortuna, un posto bellissimo al sole, (che diciamocelo, con sto vento della siberia è solo un piacere…)

Poi a ghe miu mégiu: duemilaquattrocento lire* per un’ora!
Belin, ma questi sono matti?!

Me ne torno sui miei scoeggi, la spesa la farò al Bennet, (ma non di domenica, che l’ultima volta c’ho messo una vita a trovare parcheggio…)

Imperia – il parcheggio

*i gabbiani ragionano ancora in lire
*e non parlano molto bene il dialetto 

Se ti è piaciuto... condividilo (anche dopo i tuoi amici!)

9 Comments

  1. qui i gabbiani il dialetto lo parlano un po’ meglio, ma ragionano in lire anche quelli nostrani…

  2. colgo una leggera inflessione scozzese in questo dialetto ….

  3. Avevo post-messo che il dialetto, sto gabbiamo, non lo masticava benissimo… Forse una leggerissima inflessione la colgo pure io!

    • ma i vostri gabbiani a fare la spesa non si trovano meglio a Il gabbiano di Savona?

      • Sì, molto meglio! Ma da quando è aumentato il pedaggio autostradale… sono tempi duri anche per i gabbiani.

        • un voletto in aurelia sino all’aquilone a Genova?

  4. … naturalmente facendosi trasportare dal vento…

    • Si capisce subito che non hai mai volato, all’andata è una meraviglia, ma il ritorno…!

  5. …però ho letto a suo tempo il gabbiano Jonathan Livingston….
    pensavo ci fosse già un pezzo qui… Faravelli, siamo in ritardo, perbacco!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + dodici =