Balzi Rossi – e il naufragar….

Balzi Rossi – e il naufragar….

Quando a scuola ci leggevano la poesia del Leopardi,
vago era per me il concetto di infinito,
nei miei occhi lo inventavo come un susseguirsi,
cadenzato, di prati e colli leggeri,
di verde brillante d’estate
appena scosso da un vento leggero e delicato.
Oggi Leopardi è solo una riminiscenza scolastica,
ma di lui mi resta il dolce naufragar nel mare,
in questo mio mare, mare di Liguria. 

 

Balzi Rossi – e il naufragar….
Liguria  

 

 

Se ti è piaciuto... condividilo (anche dopo i tuoi amici!)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 13 =