Genova – san pietro in banchi

Genova – san pietro in banchi

 

Se vi trovate a passeggiare per i vicoli di Genova,
dovete visitare questa chiesa.
La sua storia è antica, precedente all’anno mille, e come per molte altre chiese, pare la trama di un romanzo d’avventura. Costruzioni, distruzioni, pestilenze, lotte tra fazioni, voti alla madonna, e anche commerci.
Proprio la sua collocazione, nel centro nevralgico del potere economico e politico della Genova del milletrecento, ne decretò la distruzione nel 1398,  ma al contempo la rinascita, nel 1572, grazie anche ai finanziamenti ottenuti con la vendita e l’affitto delle botteghe posizionate proprio sotto la chiesa.

iliguria_san_pietro_in_banchi_004
iliguria_san_pietro_in_banchi_002


iliguria_san_pietro_in_banchi_003E con i negozi, a farle da inusuale cornice, la troverete ancora oggi, passeggiando per i vicoli di Genova. Schiacciata dalle alte case costruite tutte attorno, ma al contempo dominante, un po’ perché rialzata rispetto alla strada, un po’ per quell’aura volutamente austera, che poi è anche il suo segno distintivo.
Per le informazioni tecniche vi consiglio i testi che potrete trovare googolando, per tutto il resto, non vi resta che andarla a visitare.
iliguria_san_pietro_in_banchi_005
iliguria_san_pietro_in_banchi_006

Nota che non troverete su google.
In una delle case a sinistra della chiesa, visse la pittrice Artemisia Gentileschi (nata a Roma nel 1593 e morta a Napoli nel 1653), che probabilmente conobbe il Caravaggio, amico del padre, (pittore a sua volta), e di cui diffuse lo stile pittorico, in modo particolare a Napoli, città in cui si trasferì nel 1630. Tristemente nota anche per motivi che non hanno nulla a che fare con i suoi dipinti (subì una violenza carnale e la denunciò non senza difficoltà), fu amica di Galileo Galilei, e nel 1616 venne accettata nell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, prima donna a godere di tale privilegio. Ebbe una vita particolarmente travagliata anche a causa del rapporto d’amore e rivalità con il padre Orazio. Pensate che la sua storia ha ispirato ben tre libri e un film.
Storie antiche che sono passate da Genova…

Genova – san pietro in banchi
Piazza Banchi –  Genova – Liguria

testi e fotografie: paola faravelli

Se ti è piaciuto... condividilo (anche dopo i tuoi amici!)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 10 =